The floating piers, il ponte di Christo che fa sognare l’Italia

La cultura fa bene alla mente ed all’economia?

Ad unire l’utile al dilettevole ci sono riusciti gli artisti Christo e Jeanne-Claude, che per due settimane sul Lago d’Iseo, dal 18 giugno al 3 luglio, hanno installato una passerella galleggiante di 3 chilometri ricoperta da 70mila metri quadrati di tessuto.

L’affascinante opera dal nome The floating piers e che collegherà Sulzano a Montisola, ha già fatto il “tutto esaurito”. Sarà aperta giorno e notte senza alcuna interruzione per oltre 500mila i visitatori, con punte superiori ai 40 mila nei weekend.

L’impresa, dal costo complessivo di 15 milioni di euro ed interamente finanziata dall’artista, è composta da 200mila blocchi galleggianti prodotti dalla Artigiana Stampi di Manerbio (Brescia) che da mesi sta lavorando senza sosta al progetto.

Christo ha fatto il miracolo – ironizza Fiorello Turla, sindaco di Montisola – Il nostro Comune non ha sborsato una lira e in tre mesi sono state concesse tutte le autorizzazioni.”

Un successo non solo per Montisola, che solitamente offre 250 posti letto che per l’occasione sono aumentati ad oltre settecento, ma soprattutto per tutto il Lago d’Iseo che si sta preparando a vivere i 15 giorni che potrebbero cambiare la sua storia turistica. Un enorme risultato reso possibile grazie al genio ed al coraggio di due artisti visionari.

o

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *