#pizzaUnesco, la pizza italiana candidata a patrimonio dell’umanità

Tutti pazzi per la pizza!

L’arte dei pizzaioli napoletani è stata candidata a diventare Patrimonio Mondiale dell’Umanità dopo che la Commissione nazionale italiana per l’Unesco ha accolto la proposta del Ministero dell’Agricoltura in sostegno di questa eccellenza che rappresenta l’Italia nel mondo.

Una candidatura originale che, qual ora fosse accettata, farebbe diventare l’arte dei pizzaioli napoletani la prima tradizione alimentare ad essere riconosciuta dall’Unesco come patrimonio dell’Umanità nonché il settimo patrimonio italiano nella lista dell’Unesco.

Secondo la Commissione che ha proposto la candidatura, “l’arte dei pizzaiuoli ha svolto una funzione di riscatto sociale, elemento identitario di un popolo, non solo quello napoletano, ma quello dell’Italia. E’ un marchio di italianità nel mondo”.

Questa proposta ha anche come obiettivo quello di combattere la contraffazione delle eccellenze italiane: solo qualche giorno fa gli americani avevano annunciato la candidatura della “pizza american-style”.

Intanto, la petizione lanciata a livello mondiale la Pecorario Scanio, ex ministro dell’Agricoltura, ha superato le 850 mila firma a sostegno della campagnia #PizzaUnesco (clicca qui!)  con l’obiettivo di raggiungerne un milione entro marzo 2017, quando l’Unesco si pronuncerà sulla candidatura.

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *