Una stella a Frascati: approvato il super-progetto!

Si chiamera Divertor Test Tokamak (DTT) la macchina sperimentale da 500 milioni di euro che verrà costruita a Frascati per fornire risposte sulla fattibilità scientifica e tecnologica della produzione di energia dalla fusione nucleare. A deciderlo è stato l’Ente Nazionale Energia Atomica (ENEA) sulla base di requisiti tecnici, economici ed ambientali.

La fusione nucleare, che si pone come valida alternativa alla più conosciuta fissione, si propone di riprodurre il meccanismo fisico che alimenta le stelle per ottenere energia rinnovabile, sicura ed economica, in grado di porre definitivamente fine all’utilizzo dei combustibili fossili.

I lavori per la costruzione della DTT inizieranno entro novembre 2018, con la previsione di concluderli in sette anni. Al progetto lavoreranno oltre 1500 persone di cui 500 direttamente e 1000 nell’indotto, con un ritorno di circa 2 miliardi di euro a fonte di un investimento di circa 500 milioni.

I finanziamenti saranno sia pubblici che privati e vedranno la partecipazione di Eurofusion (60 mln di €), il consorizio europeo che gestisce le attività di ricerca sulla fusione nucleare per conto della Commissione Europea, il Miur (40 mln di €), il Mise (40 mln di €), la Repubblica Popolare Cinese (30 mln di €), la Regione Lazio (25 mln di €), l’Enea e i partner con 50 milioni cui si aggiunge un prestito Bei da 250 milioni di euro.

Forse ti interessa anche:


ISCRIVITI ALLA NOSTRA

NEWSLETTER!

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *