IIT, dall’Italia arriva la retina artificiale per restituire la vista

La vista è certamente uno dei sensi che, insieme all’udito, più ci aiuta nella percezione del mondo che ci circonda. Tuttavia, la degenerazione dei fotorecettori della retina è una delle principali cause di cecità e sfortunatamente ad oggi non esistono trattamenti clinici efficaci per la maggior parte dei disturbi degenerativi della retina. Per queste ragioni la restituzione della vista è da sempre uno degli obiettivi più ambiziosi della medicina.

Secondo i ricercatori dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) questo obiettivo potrebbe non essere più così lontano. Il progetto italiano della retina artificiale sta infatti dando brillanti risultati su modelli animali ciechi e resi di nuovo vedenti grazie all’impianto di un dispositivo organico biocompatibile completamente autonomo che trasforma la luce in segnali elettrici per il cervello.

La ricerca è stata pubblicata su Nature Materials (link) e se continuasse ad portare risultati incoraggianti, la possibilità di impiantare sull’uomo una nuova generazione di protesi fotorecettive per curare la cecità degenerativa potrebbe essere questione di anni.

Forse ti interessa anche:

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *