ltalia: arriva la Legge Antispreco ed è subito un successo!

Lo scorso 2 agosto è entrata in vigore la nuova Legge Antispreco che permette di donare cibo invenduto o in eccedenza dei luoghi di ristorazione per fini caritatevoli.

L’approvazione della legge ha convinto i ristoranti, prima restii a donare per paura di infrangere le norme igenico-sanitarie, a dare una “seconda vita” ai pasti invenduti. Infatti, da quest’anno i donatori potranno usufruire di sgravi fiscali e di uno sconto sulla tassa dei rifiuti proporzionale alla quantità di cibo donato.

Questa legge è una delle eredità di Expo 2015 e non si applica solo alle eccedenze dei luoghi di ristorazione, ma anche ai prodotti agricoli e farmaci.

Anche le mense scolastiche, aziendali ed ospedalieri saranno coinvolte nella prevenzione allo spreco. Secondo il Ministro delle Politiche Agricole l’obiettivo è quello passare da 500mla ad 1 milione di tonnellate di cibo raccolto e distribuito, con la speranza di ridurre del 50% in dieci anni la quantità di cibo sprecato.

Lo spreco di cibo è un problema mondiale. Infatti, secondo la FAO ogni anno vengono buttati 1,3 tonnellate di alimenti, con un impatto sull’ambiente di 170 milioni di tonnellate di CO2 ed il conseguente spreco d’acqua e consumo di suolo.

La Legge Antispreco porterà benefici non solo da punto di vista economico ma sopratutto sociale e ambientale; una scelta che si rivelerà vincente solo se continueremo ad educare le future generazioni sulla cultura del cibo.

Forse ti interessa anche:

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *