Addio roaming! ora chiamare dall’estero costa meno.

Domani sabato 30 aprile, il roaming, la famosa tassa telefonica che si deve pagare quando si telefona o naviga fuori dall’Italia, verrà drasticamente ridotta e scalata direttamente dal proprio abbonamento telefonico (ne avevamo già parlato qui!).

Il maxi-taglio avverrà nell’ottica della sua completa abolizione prevista per metà giugno del 2017, quando scatterà il “roam like at home“, ovvero l’utilizzo del cellulare come a casa propria senza spese aggiuntive.

Da sabato chiunque viaggerà in uno dei Paesi dell’Unione Europea pagherà un costo di roaming di tre quattro volte inferiore rispetto a quello attuale. In particolare il traffico dati e le chiamate costeranno solo 5 centesimi in più rispetto alla propria tariffa, mentre i messaggi solo 2 centesimi in più rispetto alla propria tariffa nazionale.

rue

Da quando nel 2007 la Commissione UE ha iniziato la battaglia contro i costi di roaming, non ostante le forti pressioni delle compagnie telefoniche, le tasse telefoniche per le chiamate dall’estero sono scese del 80%, e dal 15 giugno 2017 saranno abolite completamente. Ora resta solo da chiarire alcuni aspetti legali per evitare strani abusi, come lo sfruttamento di SIM straniere per telefonare a tariffe più basse nel proprio Paese.

Forse ti interessa anche:


ISCRIVITI ALLA NOSTRA

NEWSLETTER!

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *