22 aprile, Giornata Mondiale della Terra: un’occasione per riflettere sul futuro della nostra specie.

Come ogni 22 aprile, oggi si festeggia la Giornata Mondiale della Terra, un’occasione per fermarci e riflettere su futuro, non solo del nostro Pianeta, ma soprattutto della nostra specie. Un’occasione per incoraggiare le persone ad essere più rispettosi dell’ambiente.

Istituita nel 1970, la prima celebrazione si svolse negli Stati Uniti dopo il disastro ambientale  avvenuto a largo di Santa Barbara, California, a causa della fuoriuscita di petrolio da un pozzo della Union Oil. Fu esattamente questo l’incidente che richiamò l’attenzione del mondo politico sul benessere del nostro Pianeta.

Celebre fu il discorso del senatore americano Gaylord Nelson che fu riconosciuto come il fondamento della Giornata Mondiale della Terra:

Tutte le persone a prescindere dall’etnia, dal sesso, dal proprio reddito o provenienza geografica, hanno il diritto ad un ambiente sano, equilibrato e sostenibile.”

Così, il 22 aprile del 1970, circa 20 milioni i americani si mobilitarono per la prima volta per manifestare insieme in difesa della Terra. Oggi, sono molti gli eventi che vengono istituiti tutti i Paesi del Mondo per ricordarci di questa iniziativa.

Ma la Giornata Mondiale della Terra non è solo un evento simbolico. Infatti quest’anno, su iniziativa del Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon, proprio il 22 aprile è il primo giorno utile per la ratifica, a New York, degli accordi sul clima raggiunti in seguito della COP21 di Parigi.

Firmato dai leader di 171 paesi, il nuovo piano di riduzione delle emissioni di gas serra mira a mantenere mantenimento del riscaldamento globale al di sotto dei 2°C entro il 2020. L’obiettivo sono 1.5°C. La firma di questo accordo rende la Giornata Mondiale della Terra del 2016 una delle ricorrenze più importanti degli ultimi anni.

Gli organizzatori di questo evento sperano di sfruttare questa ricorrenza per piantare 7.8 miliardi di alberi in tutto il mondo e sensibilizzare sul riciclo e convincere i leader mondiali sull’investimento in fonti rinnovabili.

Fino a oggi sono stati fatti molti passi avanti, soprattutto a livello governativo, per cercare di ridurre l’impatto dell’uomo sul pianeta; ma la strada è ancora lunga. Per celebrare questa ricorrenza, quest’anno Google ha progettato diversi Doodle. Sophie Diao, che ha disegnato i Doodle di quest’anno, ha scelto di mettere in evidenza cinque grandi biomi della Terra.

g3

In ogni illustrazione, troverete un animale che è stato scelto per 15 minuti di fama. Ogni volta che si visita Google, in modo casuale sarà visualizzato uno dei cinque disegni. Aggiornando la pagina di Google riuscirete a visualizzare tutte le versioni.

g2

Quest’anno circa un miliardo di persone in tutto il mondo saranno coinvolti nella Giornata Mondiale della Terra. Ognuno di noi può partecipare recandosi in uno dei migliaia di eventi organizzati per il mondo. Google ha creato una mappa speciale che indica una selezione di eventi in programma in diversi paesi.

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *