Il nuovo che avanza: vincono donne e diritti umani.

Per la prima volta nell’elenco annuale di Foreign Policy dei cento pensatori più influenti del mondo i leader di sesso femminile sorpassano, seppure di poco, le figure di spicco maschili.

Numerosissime le donne che lasciano il segno e che costituiscono la maggioranza dei nomi in lista: 50,4% contro il 49,6% di uomini. Tra loro la temibile Margrethe Vestager, la commissaria europea per l’Antitrust che ha osato sfidare Google e Gazprom; o Alice Bowman, ricercatrice della Nasa a capo della missione “New Horizons” che per la prima volta ha sfiorato e fotografato Plutone; o ancora Theresa Dankovich, la ricercatrice che grazie a una soluzione geniale potrebbe sconfiggere per sempre il problema della mancanza d’acqua potabile. Oppure Helly Luv, la pop star di etnia peshmerga che canta contro l’Isis.

slide_409594_5144252_free

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *