A Zagabria: il Museo delle Relazioni Finite

Avete mai pensato :”E adesso cosa ne faccio delle sue cose?

L’amore è svanito, il cuore è infranto e loro, gli oggetti, sono ancora lì, ad intasarci gli occhi di ricordi. La soluzione in questo caso è offerta da Olinka Vištica e Dražen Grubišić, che nel 2007 hanno aperto  il Museo delle relazioni finite, per dare voce al proprio dolore al termine di una relazione d’amore.

Qualunque sia la motivazione che spinge a donare ricordi personali – che sia esibizionismo puro, un sollievo terapeutico o la semplice curiosità – alle persone è subito piaciuta l’idea di esternare la sofferenza della propria relazione come fosse una sorta di rituale o di cerimonia solenne. Le nostre società ci obbligano a partecipare a matrimoni, funerali e feste di laurea, ma non prevedono un riconoscimento formale per la fine di una storia, nonostante il forte impatto emotivo.

Noi non sappiamo se il vostro cuore soffre o sorrida, ma quello che ci auguriamo è che loro, i donatori, abbiano ritrovato la serenità dopo questa strana forma di catarsi artistica.

Nel frattempo, come sempre, sorridiamo con loro.

Se anche quest’articolo ti è piaciuto per favore clicca mi piace, condividi o invita un amico seguirci! 🙂

slide_386410_4638302_compressed

Vieni a trovarci anche su Facebook e Twitter:

http://www.ilsorrisoquotidiano.it/contatti/

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *