Mamadee, il bambino che ha sconfitto l’Ebola ballando!

“Questo posto è pieno di gente morta. L’Ebola è una malattia che causa vomito, ti fa sanguinare dal naso e poi muori. Questo è ciò che dirò ai miei amici quando ritornerò a casa.”

 Oggi vi raccontiamo la storia di Mamadee, un bimbo di 11 anni a cui piace ballare nonostante sia circondato da dolore e morte.

Ricoverato presso il Centro di Trattamento per l’Ebola di MSF a Foya (Libia), dove ogni giorno i Medici Senza Frontiere curano centinaia di persone affette da questa malattia, Mamadee balla senza tregua, sulle note di Azonto, una musica tipica del Ghana, che la radio passa a tutto volume. Mamadee balla portando il sorriso sui volti della gente.

Proprio in questi ultimi giorni l’Organizzazione mondiale della sanità ha reso noto che sono circa 6.000 le persone contagiate da questo virus e circa la metà le vittime.

Il 4 Settembre i risultati del test. Mamadee ha sconfitto l’Ebola, è libero! Libero di correre fuori dal Centro e riabbracciare la sua famiglia, libero di raccontare da vincitore la sua battaglia e, perché no, continuare ad esprimere la sua gioia di vivere ballando.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=ibPjqkJjcb8]

Un ringraziamento speciale a Davide per averci reso partecipi di questa fantastica storia. Invitiamo tutti i lettori a continuare a segnalarci le news più interessanti e divertenti su ilsorrisoquotidiano@gmail.com. : )

Vieni a trovarci anche su Facebook e Twitter:http://www.ilsorrisoquotidiano.it/contatti/

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *