Homeboy, il panificio antiviolenza.

Chi l’avrebbe mai detto: si può essere rivoluzionari anche attraverso lievito, farina, croissant, marmellata e salse di ogni tipo.

Il ribelle del giorno? Si tratta del panificio Homeboy Industries, un’iniziativa sociale nata a Los Angeles, una delle città con uno dei tassi di criminalità più alti al mondo. I destinatari, nonché futuri impiegati modello, sono ragazzi e ragazze provenienti da carceri, da gang coinvolte in rapine, droga, furti, o attualmente in libertà vigilata. Da utopia a realtà, insomma.

Il 20% del tempo è, a contratto, dedicato ad attività di crescita personale: formazione, training, assistenza personale e rimozione dei tatuaggi, che spesso sono il simbolo di appartenenza ad un passato da dimenticare. Da non dimenticare un dettaglio fondamentale: pare che il cibo sia realmente buono! Pensate che i loro prodotti sono commercializzati in 90 supermercati e 24 mercati del biologico nel Sud della California; un bel successo per individui che normalmente consideriamo “pericolosi” o “irrecuperabili”.

Una lezione, di vita e di moralità, oltre che, ovviamente, un grande esempio.

Vieni a trovarci anche su Facebook e Twitter: http://www.ilsorrisoquotidiano.it/contatti/

n-HOMEBOY-large570

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *