Sumatra: famiglia si riunisce dopo lo tsunami del 2004.

Siamo nel 2004 e uno tsunami devasta le coste dell’Asia.

Tra le tante vittime, una famiglia. Lui e lei, marito e moglie, perdono i loro due figli, di quattro e sette ani. Una tragedia come tante, nulla di speciale in una terra che si risveglia, sconvolta, senza più radici.

Tutto regolare se non fosse che la nostra famiglia di Sumatra, a giugno 2004 ha ritrovato, a distanza di 10 anni, la figlia Jannah, oramai quattordicenne. E già qui si potrebbe gridare al miracolo.

Ma, per i più scettici, abbiamo un ulteriore sorriso. Parrebbe, infatti, che sia stato ritrovato anche Arif, il figlio maschio scomparso. Sembra che sia stato proprio grazie all’interesse mediatico suscitato dal primo ritrovamento che i due genitori sono riusciti a ritrovare anche l’altro figlio che, dopo anni a vagabondare, era stato accolto da una coppia e cresciuto come un figlio.

Dieci anni svaniti in un lampo, è bastata una telefonata a risvegliare una vita che non si è mai veramente interrotta. La famiglia si è riunita a Payakumbuh, e possiamo solo immaginare la loro felicità.

Sorridiamo con loro, e incrociamo le dita per ogni genitore che scruta ancora l’orizzonte sperando di abbracciare il proprio bambino.

indo_3011186b

Vieni a trovarci anche su Facebook e Twitter:

http://www.ilsorrisoquotidiano.it/contatti/

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *