Fly me to the Moon.

Il 20 luglio di esattamente 45 anni fa l’uomo metteva piede sul quel satellite così romantico e ancora sconosciuto noto come “Luna”. Erano le 22,17 del 20 luglio 1969 quando Neil Armstrong mise piede sulla Luna. “È un piccolo passo per l’uomo, ma un grande balzo per l’umanità”; chi di voi non ricorda questa frase?

Chi la addita come farsa, chi ha iniziato a sognare, chi non ha mai smesso. Ci sono i cosmonauti, i taikonauti, i cercatori di alieni e chi, invece, sogna solo “un pianeta lontano per poter ricominciare”. Dedichiamo questo giorno a chi guarda ancora le stelle, a chi crede che “qualcos’altro” sia possibile, a chi fa ricerca, agli uomini e alle donne di scienza, che hanno permesso ad una generazione intera di condividere il sogno dell’Universo.

Perché, come diceva William Shakespeare, :” È tutta colpa della luna, quando si avvicina troppo alla terra fa impazzire tutti“.

slide_358842_3991629_compressed

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *