Lepo Lepo.

Ci sono giocatori che, oltre per la loro bravura, si distinguono per la loro umanità. Sono il Nino di DeGregori, fanno tenerezza, ti ispirano voli e grandi sogni.

Uno di loro è certamente Bastian Schweinsteiger, cuore semplice e cognome complesso. Lui è stato un brasiliano, ne cuore e nel gioco. Ha parlato all’anima dei brasiliani, all’anima del calcio, quasi a scusarsi per quella forza, travolgente, che mi tocca ammettere pur essendo io brasiliana.

A me la gente brasiliana piace“, dice l’eroe nazionale che guardava le partite della Seleçao avvolto nella bandiera brasiliana.

Ha donato un sorriso, ne ha causati altri e ha dimostrato che non bisogna sempre essere tutto “calci e distintivo” e che, magari fosse sempre così, la competizione a volte può anche unire.

 

Vieni a trovarci anche su facebook e twitter: http://www.ilsorrisoquotidiano.it/contatti/

 

image

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *