Top of the week.

Volevamo parlarvi di cultura, volevamo trovare qualche aristotelica perla di saggezza da condividere con voi. Ed io, come banalmente previsto, parto dalla cultura musicale. Mi trovo quindi qui a consigliarvi qualche canzone; precisamente le mie cinque canzoni della settimana.

1. I’LL BE WAITING – LENNY KRAVITZ:

Canzone vecchia, non certo tra le hit del momento; parliamo infatti del lontano 2008. Eppure è sempre in grado di commuovermi, con la sua dolcezza pien a di grinta, con quella faccia-da-baci di Kravitz che, strimpellando un pianoforte, canta all’amore della sua vita. Mi ricorda che anche il macho piu duro può innamorarsi, che anche senza un legame, un’etichetta, l’amore sussiste, sempre e comunque.

2. REDEMPTION SONG – BOB MARLEY

Questa canzone è stata scritta 10 anni prima che io nascessi, e mi mangio le mani perchè avrei davvero desiderato sentirla live per la prima volta. Vedere gli occhi sgranati dei giovani sognatori rivoluzionari, sentirli applaudire, gridare alla rivolta ed all’amore libero. Avrei voluto ringraziarlo, quel Bob, per avermi regalato un gioiello; avrei voluto combattere con lui il cancro, cantare la nostra redenzione. Merita, merita davvero tutta.

3. TURN ON THE RADIO – REBA McENTIRE

Incazzatevi con lui, sbattete le porte e urlate; fatto questo, non sarete mai incazzate quanto lei, la rossa con la voce graffiante. Ascoltate “Turn on the radio” quando litigate con vostra madre, il vostro ragazzo, chiunque. Sentitela, sorridete pensando che gira e rigira e l’amroe è sempre così: bello, stupido e litigarello. Ed io intanto la radio la accendo davvero, per continuare a sorridere.

4. I WON’T DANCE – FRED ASTAIRE

Che dire; sono semplicemente innamorata di questa canzone, ancora da prima che la balbettasse Mel Gibson in “What women eant”. Alzatevi, prendete un pettine che vi faccia da microfono e movete i piedi. Se non vi fidate, ascoltatela. Vi troverete a battere il tempo ancora prima di esservene resi conto. E, se volete, ascoltate anche la versione di quel figo di Sinatra.

5. BE THE SONG – FOY VANCE

Con questa canzone, invece, chiudete gli occhi. Magari fumatevi una sigaretta. O pensate a qualcosa di bello. Io l’ho ascoltata in vasca, mentre assaporavo ogni singola goccia. Oppure ascoltatela la mattina, quando cercate quella leggerezza e quella delicatezza che solo una chitarra classica può dare.

Per oggi ho finito le mie “top of the week”. Ascoltatele e fatemi sapere, qui o su Facebook, se vi sono piaciute.

Buona vita

M.

 

Vieni a trovarci anche su facebook e twitter: http://www.ilsorrisoquotidiano.it/contatti/

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *