Ti regalo una rosa.

“Io amo l’Italia. E tu?”

Lui vende rose, io sono la cliente del ristorante giapponese. Ha due occhi neri come il carbone e un sorriso che mi scalda. Non torna a casa da due anni, gli manca la famiglia. Mi dice che, anche se vende raramente ed i soldi sono pochi, lui è felice. Una volta a casa sì sposerà, avrà dei figli e comprerà casa.

Volevo condividere questo con voi. Per ricordarci che anche quando sì è soli, spaesati e lontani da casa è possibile sorridere. Per non dimenticarci quanto sia importante quello che abbiamo, per imparare da chi sa non arrendersi mai.

Io intanto l’ho conosciuto, e mi ha regalato la rosa più bella. Perché la felicità, alla fine, si trova anche in un sorriso sconosciuto.

Vieni a trovarci anche su facebook e twitter: http://www.ilsorrisoquotidiano.it/contatti/

image

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *