L’italia sul podio dell’Unione europea.

Si chiama consumismo ed è un fenomeno sociale diffuso in tutte le popolazioni industrializzate.

Indotto principalmente dal marketing, che fa apparire bisogni non essenziali come di prima necessità, questo approccio sta lentamente consumando le nostre risorse e la nostra economia, generando ogni giorno milioni di tonnellate di rifiuti che, spesso, rimarranno ammucchiati sotto la terra di qualche discarica per il resto dei nostri giorni, e probabilmente anche di quelli dei nostri nipoti.

Una delle soluzioni più vincenti per limitare i danni di questo fenomeno è il riciclo. L’Unione europea (con la direttiva 2008/98/CE) si è data l’obiettivo di diventare la “società del riciclaggio”, limitando la produzione di rifiuti utilizzandoli come risorse. Agli Stati membri viene chiesto di impegnarsi affinché i materiali riciclabili non finiscano in discarica, aumentando il recupero dei rifiuti urbani del 50% entro il 2020.

L’Italia in questi giorni sta facendo parlare di se, raggiungendo un nuovo record nel riciclo del vetro. Oltre il 76% del vetro nel nostro paese viene recuperato e riciclato con grandi benefici per la nostra economica.

Secondo i dati delle FEVE (Federazione europea dei produttori di contenitori di vetro), essendo la media dei 28 stati membri del 70%, ci collochiamo al terzo posto dopo Germania e Francia.

Speriamo dunque di continuare così, perché il riciclo dei materiali non fa bene solo alla nostra economia, e quindi ai nostri portafogli, ma anche alla nostra salute.

riciclo-riuso-vetro

More info: http://www.feve.org/

Vieni a trovarci anche su facebook e twitter: http://www.ilsorrisoquotidiano.it/contatti/

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *