Ooho, la bottiglia-che-non-c’è del futuro!

Si chiama “Ooho” e no, non è una richiamo per cavalli, ma la “bottiglia-che-non-c’è” del futuro.

Un team di giovani designer e ricercatori spagnoli, Rodrigo García González, Guillaume Couche e Pierre Paslier, ha concepito un prodotto che potrebbe risolvere definitivamente l’inquinamento da plastica dovuto alle miliardi di bottiglie usa e getta in P.E.T (polietilentereftalato) che ogni giorno vengono disperse nell’ambiente.

Una morbida bolla trasparente e commestibile sarà in grado di trasportare l’acqua grazie ad una resistente membrana di lipidi e proteine ottenuta da estratti d’alga bruna. Il team si è aggiudicato il Lexus Design Awards 2014.

Grazie a questo nuovo tipo di membrana gli imballaggi smetteranno di essere solo un’esclusiva delle grandi aziende diventando semplici, resistenti, economici e soprattutto biodegradabili e commestibili.

Il costo? Due centesimi al pezzo.

ooho-300x336

More info: http://www.huffingtonpost.com/2014/03/29/ooho-edible-water-blob_n_5051508.html

Vieni a trovarci anche su facebook e twitter: http://www.ilsorrisoquotidiano.it/contatti/

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *