Ti regalo una rosa.

“Io amo l’Italia. E tu?” Lui vende rose, io sono la cliente del ristorante giapponese. Ha due occhi neri come il carbone e un sorriso che mi scalda. Non torna a casa da due anni, gli manca la famiglia. Mi…

Leggi tutto

Ma dove vai se la banana non ce l’hai?

Persone; vi parlo di loro, mi affascinano, le stimo. Oggi vi parlo di Dani Alves, terzino del Barcellona. E’ in Spagna da 11 anni e gioca in una delle squadre top; eppure questo sembra non bastare a frenare quel mare…

Leggi tutto

Sorridi, è gratis.

Ero in macchina, direzione Como, e pensavo a voi. E’ strano come siate parte di me, pur non conoscendovi. Pensavo, dicevo, a come mi piacerebbe darvi qualcosa di maggiormente concreto, una specie di sorriso da portare in borsetta, da sfoderare…

Leggi tutto

Venezia 2.0, la cultura a portata di un clic.

Grazie all’accordo fra la Fondazione Musei Civici di Venezia e Google Cultural Institute, Venezia rende accessibile il suo importante bagaglio culturale la mondo, con più di 370 immagini di collezioni civiche rese disponibili sulla piattaforma Google Art Project. Google Art…

Leggi tutto

Combattiamo.

Il mio nome è Sutton, Stephen Sutton. Me lo immagino così: spiritoso, eroico, lucente. Lui è Stephen Sutton, ha 19 anni ed è malato di cancro. Non immaginatevelo come un agnello pasquale, un malinconico cristo in croce. Steph, ci permettiamo…

Leggi tutto

Innaffiami o amami.

“Innaffiami o amami” Dopo Mr. Lucky ecco Lea, il giardiniere segreto che riempie la città di verde. A soli 22 anni Lea sta regalando un po’ di felicità alla gente di Cape Town. Nell’oscurità della notte Lea e i suoi…

Leggi tutto

Ciao Gabo.

Ancora prima di essere una storia di libri, d’arte e di spirito, questa è la storia di un uomo. E’ la storia di Gabriel, Gabo per gli amici, che ancora priam di essere scrittore e giornalista è stato un grande…

Leggi tutto

L’italia sul podio dell’Unione europea.

Si chiama consumismo ed è un fenomeno sociale diffuso in tutte le popolazioni industrializzate. Indotto principalmente dal marketing, che fa apparire bisogni non essenziali come di prima necessità, questo approccio sta lentamente consumando le nostre risorse e la nostra economia,…

Leggi tutto

I touch myself.

È iniziato tutto nel 1990 quando l’australiana Chrissy Amphlett, dopo aver appreso lo stato ultimo del proprio cancro al seno, compose “I touch myself“. É un canto d’amore, per sé e per il proprio corpo. É un canto che incita…

Leggi tutto