“ehi, c’è nessuno?” Trovati nuovi pianeti simili alla Terra.

Siamo soli nell’Universo?

Anche se la statistica gioca a favore dei fans di Avatar, si sa, la scienza ha bisogno di prove concrete.

Ed è per questo che, nel lontano 2009, la NASA ha messo in orbita attorno al nostro pianeta la sonda Kleplero, nominata in onore dell’astronomo tedesco Johannes Klepler. Mediante l’utilizzo di un telescopio spaziale, la missione Kleper ha come obiettivo la ricerca e la validazione di esopianeti, cioè pianeti simili alla Terra, in sistemi extra-solari.

Tuttavia, lo scorso 15 maggio 2013, a causa di un guasto al sistema di puntamento del telescopio (giroscopio), la NASA ha annunciato la fine delle osservazioni. Per fortuna, grazie all’abilità del team d’ingegneri della NASA e allo sfruttamento della pressione del vento solare, il satellite è ritornato in attività con risultati sorprendeti.

Infatti, il 26 Febbraio 2014, l’agenzia spaziale americana ha annunciato la scoperta di 715 nuovi esopianeti  attorno a 305 stelle, di cui il 95% con dimensioni leggermente più piccole a quelle di Nettuno (che è quattro volte la Terra) e 4 con dimensioni poco più del doppio del nostro pianeta.

Tutti gli esopianeti sono collocati in un’orbita compatibile alla vita, ovvero ad una distanza dalla stella attorno alla quale orbitano favorevole alla presenza di acqua allo stato liquido sulla loro superficie. Uno di questi pianeti, nominato Kepler-296f, è davvero molto simile alla Terra e potrebbe riservarci interessanti sorprese.

Avatar-Eye

More info: http://www.nasa.gov/ames/kepler/nasas-kepler-mission-announces-a-planet-bonanza/index.html#.Uw-DAs52FCI

Condividi su Email this to someoneShare on TumblrShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *